AMBIENTE E SVILUPPO SOSTENIBILE

DOPO INTERVENTI ALLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE A LED, EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DI SCUOLE ED IMMOBILI COMUNALI

Il modello di sviluppo tradizionale, che ha caratterizzato la storia dei Paesi Occidentali fino a qualche decennio fa, prendeva in considerazione esclusivamente la crescita economica. Oggi sappiamo che non è più così: le risorse hanno iniziato a scarseggiare e allo stesso tempo si sono manifestati anche i problemi legati allo sfruttamento intensivo dell’ambiente e all’inquinamento. Pertanto, è urgente e necessario proporre un nuovo modello di sviluppo che soddisfi i bisogni della società odierna, senza però andare a compromettere le possibilità delle generazioni future di soddisfare i propri. Il concetto di Sviluppo Sostenibile si può riassumere con la regola delle tre “E”: environment (ambiente), economics (economia) ed equity (equità sociale). Per esistere, quindi, lo sviluppo sostenibile richiede che queste 3 componenti siano in un costante equilibrio reciproco: l’economia si deve sviluppare, ma deve sempre farlo in equilibrio con le risorse ambientali e cercando di limitare al minimo la povertà e le diseguaglianze sociali. In tutta Europa è ormai una realtà consolidata il tema delle “città intelligenti o Smart City”, che coniugano in un unico modello urbano tutela dell’ambiente, efficienza energetica e sostenibilità economica, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita delle persone che vi abitano e creare nuovi servizi per i cittadini e per le Pubbliche Amministrazioni.

È su queste basi che si inseriscono numerosi interventi portati avanti nell’ultima legislatura come il grande investimento di riqualificazione energetica a led di tutta la pubblica illuminazione; riqualificazione termica di tutte le caldaie degli edifici comunali e scuole con rifacimento linee distribuzione metano e impianti elettrici; la raccolta differenziata porta a porta; la promozione di parchi giochi con arredi in plastica riciclata proveniente dalla raccolta differenziata della Toscana; l’acquisto di una nuova spazzatrice e di nuovi mezzi comunali Euro 6 o ibridi a benzina-GPL per settore manutenzioni; la salvaguardia e la promozione del patrimonio naturalistico delle Cerbaie; gli interventi sul Parco Fluviale dell’Arno (nuovo percorso pedonale in testa d’argine, area sgambamento cani etc) e sulla Via Francigena, co-finanziati dalla Regione Toscana e dall’Unione Europea, per la promozione di un turismo lento e sostenibile nelle frazioni del nostro Comune.

Per questi motivi, noi pensiamo necessario impegnarci in futuro per:
tariffazione puntuale dei rifiuti basandosi sul conferimento effettivo degli stessi
– un grande piano di efficientamento energetico e termico di scuole e palazzetti comunali
– un piano della mobilità elettrica con installazione di colonnine di ricarica in collaborazione con un soggetto privato
– installazione di secondo fontanello di acqua pubblica ad Orentano e sostituzione di quello esistente, in condizioni ormai poco decorose, a Castelfranco
– deciso e continuo contrasto all’abbandono indiscriminato di rifiuti
– continuare a porre massima attenzione al problema delle maleodoranze al confine tra Castelfranco e Santa Croce e controllo costante, insieme ad Arpat, che le aziende ivi insediate operino nel massimo rispetto del contesto urbano e naturale a norma di legge
– realizzazione del “Parco degli Orti Urbani” dietro il Palazzetto Comunale, progetto già finanziato dall’amministrazione comunale con il sostegno della Regione Toscana
– realizzazione nuova pista ciclabile via Usciana e completamento del tratto mancante tra il centro storico e l’inizio della pista già esistente, un asse di mobilità sostenibile e di collegamento tra la Ciclopista dell’Arno e le Cerbaie
– un piano di intervento di manutenzione straordinaria che parta dalle zone della campagna con VIA ISERONE e VIA SIBILLA ALERAMO per poi proseguire con la manutenzione straordinaria di strade e marciapiedi del quartiere San Bartolomeo/Zona Coop con (VIA F.LLI ROSSELLI, VIA DON MOROSINI, VIA TURATI, VIA CUPINI etc..) cosi come del quartiere San Martino (VIA PUCCINI, VIA CANOVA, VIA SANZIO etc.). Particolare attenzione verrà data al completamento marciapiedi della Francesca Nord/Sud e alla viabilità di VIALE 2 GIUGNO.